Aspettando il referendum scozzese….

Oggi sono attesi i risultati del referendum per l’indipendenza della Scozia. Le problematiche legate a questa consultazione sono molteplici, e largamente imprevedibili.

Le proiezioni sulla vittoria del NO o del SI sono discordi, da una parte il crollo della sterlina sembra scontare già una vittoria del SI, dall’altra i siti di scommesse online inglesi stanno quotando i NO con probabilità maggiori dei SI (ricordiamoci che in UK le scommesse sono legali e diffuse). Le ripercussioni di questa vicenda sulla sterlina sono legate a diversi interrogativi: che cosa farà la Scozia in caso di vittoria del SI? Come verrà ripartito il debito nazionale del Regno Unito? Che ne sarà dei proventi fiscali legati all’estrazione di petrolio nel Mare del Nord, i cui giacimenti diventerebbero di proprietà della Scozia? Che valuta adotterà la Scozia? Chiederà l’ingresso nella UE? Molte aziende con sede in Scozia hanno già dichiarato che sposteranno la loro sede legale a Londra. Eccetera eccetera… A prescindere dall’esito del referendum, possiamo aspettarci sicuramente un aumento di volatilità al momento della comunicazione dell’esito ufficiale del voto venerdì mattina (non sono previsti exit poll).

Ignorando per un momento il quadro fondamentale, osserviamo che il trend ribassista di medio periodo sul cable ha subito una battuta di arresto, con un pullback correttivo che si è spinto fino al 50% di Fibonacci rispetto al vettore ribassista calcolato a partire dall’ultimo massimo relativo. La candela daily di ieri disegna una gravestone doji, classica figura di inversione ribassista, con la shadow a toccare il 50% di Fibonacci.

In condizioni normali, questo sarebbe un ottimo segnale di ingresso short su GBPUSD a favore della continuazione del trend. Poiché il cambio potrebbe essere investito da una frustata di volatilità prima di prendere una direzione precisa, preferiamo adottare molta prudenza e operare a regime ridotto, cioè dimezzando il rischio rispetto alle solite operazioni. Sotto news, ogni stop o ordine limite potrebbe essere spazzato via o saltato a piè pari, con un ampio slippage sul prezzo di eseguito rispetto al prezzo limite.